infoParigi vedere... Parigi in 4 giorni...||itinerario dettagliato...

Parigi in 4 giorni - itinerario a piedi...

pagine dell' articolo:

mappa itinerario parigi 4 giorni infoparigi.eu J1
(clicca per ingrandire)

 

primo giorno, Parigi antica, rive gauche...


Parigi non ha un vero e proprio "centro storico", ma possiamo decidere di partire almeno dalla sua zona più "centrale".

Dopo aver fatto colazione in hotel, o meglio ancora presso un cafè qualsiasi dei dintorni, prendi il Metro e scendi alla fermata Citè della linea 4.
Ti trovi sulla ile de la Citè, una delle due isole della Senna.

mercato cite parigiAppena risali in superficie osserva la balaustra e il portale con l' insegna "Metropolitain" della scala di accesso/uscita. Si tratta di una delle opere art-nouveau di inizio '900 di Hector Guimard. Ne troverai tante altre in giro per la città.

marche aux fleurs citemercato dei fiori parigiSmercato dei fiori parigiubito davanti all' entrata della Metro trovi il Marchè aux Fleurs, un piccolo ma delizioso mercatino di piante, carillon, gabbiette di uccellini, orchidee, piccoli souvenir.

 

sainte Chapelle parigi codaOra torna leggermente indietro e spostati verso uno dei capolavori di Parigi: la sainte Chapelle, la chiesa gotica a due piani con le bellissime vetrate istoriate. Fa parte del complesso della Conciergerie.
La chiesa è a due piani, infatti nasce a metà '200 come cappella palatina (ovvero di pertinenza del contiguo palazzo reale) con la parte inferiore destinata al popolo, e la superiore destinata al re Luigi IX e ad ospitare le reliquie della corona di spine di Cristo.
La facciata non è visibile dalla strada, ma solo da dentro la piccola corte interna, dove accedi dopo aver fatto l' onnipresente coda, che puoi saltare se possiedi la carta musei Paris Museum Pass.
Ti consiglio la visita in una giornata luminosa, ma non necessariamente con il sole in quanto è quasi meglio una giornata leggermente velata, con al luce più diffusa.

 

place dauphineplace dauphineProsegui ora verso la punta ovest dell' isola, attraversando la place Dauphine, una tranquilla piazza a forma triangolare costruita per volontà di Enrico IV insieme ad una sua statua equestre, collocata al centro del pont Neuf, il più antico di Parigi (nonostante il nome).
Un tempo il ponte era chiuso da abitazioni, un po' come ponte vecchio a Firenze.

square du vert-galantSull' estremità dell' isola, scendendo le scalette, trovi lo square du vert-galant, un piccolo giardino alberato dove i giovani amano fare piccoli picnic sul pratino o sedersi lungo le rive del fiume.
Trovi anche una fontana per bere o riempire la bottiglietta. Sul lato nord c' è l' approdo dei bateau muches.

 

notre dame lungosennavedere parigi in 4 giorniRisali al livello strada e torna indietro verso Notre Dame, che già intravedi.
La chiesa è un po' cupa. Puoi decidere di salire sulla torre, dal quale si gode una vista meravigliosa su Parigi, e sui gargoyles. Ma preparati ad un po' di fila.

 

point zero parigiDavanti all' entrata della chiesa trovi, sulla pavimentazione, il point zero, il punto dal quale partono le distanze con le altre città del mondo. Questo si che è il centro di Parigi!

 

Dalla grande piazza puoi osservare la cattedrale in tutta la sua magnificenza.
Fino a metà ottocento la zona circostante aveva ancora un impianto medievale, con stradine strette e malsane, ed era impossibile osservarla con la prospettiva attuale.

Parigi è nata qua. Il primo insediamento gallo/romano sorse lungo le rive di questa piccola isoletta, facilmente difendibile. Allora si chiamava Lutetia.
Proprio sotto la piazza puoi visitare la cripta, dove si trovano con le tracce delle sistemazioni degli argini del fiume usati come attracco delle barche.

 

ile st Luis estSe vuoi puoi estendere la visita all' ile st Luis, l' altra isola della Senna, percorrendo la principale rue st Luis fino ad arrivare al tranquillo giardino con le sottostanti rive del fiume, sulla punta verso est.
Anche se non è ancora l' ora ideale, puoi gustarti un ottimo gelato da Berthillon.

 

pont archevechè lucchetti parigipont archevechè lucchetti parigiOra oltrepassa la Senna in direzione sud dal ponte de l' Archevechè, anch'esso oggi occupato, come il pont des arts, dai lucchetti degli innamorati.

 

Approdi sulla rive gauche.
Sei nel quartiere latino, quello degli studenti della Sorbonne e delle librerie storiche, ma anche dove sorse il primo nucleo romano, con le terme e l' arena. 

 

Institut du monde arabeFacendo un salto cronologico architettonico puoi passare davanti alla facciata dell' Institut du monde arabe, il museo dedicato al mondo arabo.
La facciata dell' edificio del 1987, dell' arch. Jean Nouvel, è particolare, in quanto formata da tante formelle quadrate che, con un meccanismo simile a quello del diaframma di una amcchina fotografica, si aprono e si chiudono per far passare più o meno la luce, a seconda della necessità.
C' è una bella sala da tè al 9° piano, con vista su Notre Dame.

 

Ora torni indietro percorrendo il boulevard saint Germain.
Se ti va puoi perderti tra le stradine nei dintorni dell' università Sorbonne, dove le lezioni si tenevano inizialmente in latino, da qui i nome del quartiere.

 

Arrivi in zona Cluny, dove trovi il Museo del Medio Evo con il suo delizioso giardino (visitabile gratis).

Prosegui fino all' incrocio (carrefour) tra il boulevard saint Germain e il boulevard sain Michel.

 

rue de la huchette parigiristoranti quartiere latino parigiProbabilmente si è fatta l' ora di pranzo, quindi puoi scegliere uno tra i tanti ristoranti, cafè di rue de la Harpe, rue de la Huchette.
Ne troverai di tutte le cucine, apparentemente molto turistici, ma ti troverai bene. Scegli quello che ti ispira di più, leggendo i menu ben esposti, anche a meno di 15€. Probabilmente ci sarà qualche cameriere "buttadentro" appostato sul marciapiede, ma non farti condizionare.

 

Dopo pranzo prosegui il percorso verso sud, percorrendo il blvd saint Michel fino all' entrata del jardin du Luxemburg, il bel parco di pertinenza del Senato francese, dove potrai riposarti un po'.

 

infoparigi va a parigipantheon saint genevieve parigiDi fronte all' entrata del parco, una larga rue Soufflot ti porta verso il Pantheon.
Originariamente era la chiesa di sainte Genevieve (santa Genoveffa) la protettrice di Parigi, mentre oggi conserva le spoglie di personaggi illustri.
L' edificio neoclassico, di metà del '700, è famoso anche perchè dal centro della cupola scende una fune di acciaio di 67 metri con una palla di cannone di piombo da 28 kili che, lasciando una traccia su un letto di sabbia, consentì a metà ottocento a Foucault di dimostrare la rotazione della terra. Contraramente a chi lo aveva receduto, come Giordano Bruno (poi arso vivo), diventò un eroe nazionale, e sepellito nel cimitero di Montmartre.
L' entrata di per se è un po' cara, circa 10€.

 

biblioteca labrousteSulla sinistra trovi la bella biblioteca sainte-Geneviève - Labrouste.
La esile struttura della copertura della sala di lettura fu una delle prime realizzate in ghisa, uno dei "nuovi" materiali costruttivi di metà ottocento.

 

Più avanti vedi la chiesa di saint-Etienne-du-Mont, il cui interno è un misto di stili, dato che venne completata dopo oltre 100 anni, dai primi del '500.

 

rue mouffetard parigirue mouffetard parigiOra abbandona un attimo il percorso turistico e spostati dietro il Pantheon dove dopo qualche angolo trovi la piccola place de la Contre-scarpe, popolata dai tanti cafè, e la deliziosa e variopinta rue Mouffetard, la strada pedonale con tanti negozi di alimentari che espongono la merce fin sul marciapiede.
Di nuovo perditi tra le altre stradine, compreso rue e place Monge.

 

pelouse interditeSe la stagione lo permette, puoi proseguire verso est verso il jardin de Plantes, un bel parco di 28 ettari con orto botanico, e un piccolo zoo risalente a fine '700.

Di fronte trovi la grande moschea del 1922.

 

A questo punto puoi tornare indietro a piedi, oppure puoi riposarti prendendo il Metro, ovvero dalla stazione di Gare d' Austerlitz vai verso quella di Cluny-Sorbonne (linea 10).
Dovrai in entrambe i casi tornare fino all' incrocio tra blvd Saint Michel e blvd Saint Germain.

 

Inizierai ora la visita del quartiere di saint Germain.
Dall' incrocio prosegui sull' omonimo boulevard in direzione ovest.

Sei nel quartiere degli intellettuali di fine ottocento (Apollinaire, Hemingway, Prevert) e in zona trovi i famosi Cafè Les deux magots, Cafè Le procope, Cafè de Flore, dove camerieri scortesi ti serviranno un caro cafè finto intellettuale. L' atmosfera di allora ovviamente ormai è persa.

 

Camminando arrivi nei pressi della chiesa di saint Germain des Pres, ma prima fai una deviazione verso la piccola e deliziosa place Furstemberg, dove trovi anche il museo Delacroix.

 

saint sulpice parigi dan brownsaint sulpice obelisco codice davinciProsegui verso verso la chiesa di saint Sulpice, se vuoi ritrovare le tracce del codice da Vinci. Qui troverai infatti l' oblisco in marmo alto 10 metri addossato alla parete, dal quale parte un nastro in ottone che percorre sul pavimento tutta la chiesa. La luce del sole che si sposta, a seconda della stagione, scandisce i giorni dell' anno.
Più interessante, all' angolo della piazza, trovi una delle tante fontane Wallace.

 

A questo punto, a seconda della stanchezza o del tempo rimasto, puoi scegliere (1) di spostarti verso la zona de l' Invalides, oppure (2) verso la zona di Montparnasse e relativa tour, o (3) anticipare la visita della torre Eiffel.

 

(1) Puoi arrivare a Les Invalides usando la Metro, oppure a piedi, passando da rue de Varenne, dove si trova anche l' Ambasciata d' Italia.
Qui Luigi XIV decise di costruire una residenza per anziani soldati, ancora oggi c' è un ospedale per veterani di guerra.
Il Musee de l' Armee, il più grande di Francia, contiene le antiche armature, modellini di città in scala (Musee des Plan-relief) che fino a pochi anni fa erano ancora considerati segreto militare.
Nel 1789 i rivoltosi si impadronirono delle armi qui custodite e assaltarono la Bastiglia.

 

(2) Quello di Montparnasse è un quartiere borghese e residenziale, dove vivono vecchiette antipatiche con micro cagnolini altrettanto antipatici, che riempiono di cacche gli ampi marciapiedi. Attenzione a dove metti i piedi, non è raro ritrovarsi a terra scivolando su una di queste.

Spicca sul quartiere la tour Montparnasse, un grattacielo di 56 piani con alla base un centro comemrciale con negozi, Galeries Lafayette, nonchè l' omonima stazione ferroviaria Montparnasse-Bienvenue.

infoparigi diario 2009 227ristorante tour montparnasse ciel de parisLa terrazza di copertura della torre è visitabile, e da lassù la vista è ovviamente spettacolare, su Parigi e sulla torre Eiffel, sopratutto la sera, quando i primi 5 minuti di ogni ora si mette a scintillare.
Al penultimo piano c' è un bel ristorante, un po' caro, ma ceni con la torre Eiffel davanti.

 

(3) Se visiti Parigi in primavera/estate, le giornate sono molto lunghe, e il sole tramonta anche alle 21. Potresti quindi anticipare la visita della torre Eiffel, godendotela al tramonto.
Tieni presente che, se vuoi salire, ti serviranno almeno due/tre ore tra code per il biglietto, per gli ascensori, e per la visita dei tre livelli.

torre eiffel bir hackeimCi arrivi con la Metro linea 6, scendendo alla stazione di Bir-Hackeim e proseguendo a piedi lungo la Senna, seguendo le indicazioni o il flusso di gente che va verso quella struttura in ferro che si intravede tra i palazzi.

 

Se hai scelto le varianti (1) e (2), fattasi l' ora di cena, puoi decidere di tornare in zona blvd saint Germain/saint Michel o Harpe/Huchette, per rivedere il quartiere latino in versione by night.
Infine poi concludere la giornata con una passeggiata lungosenna.

 

Infine ti invito poi a concludere la giornata concedendoti una birretta nell' anonima brasserie che sicuramente avrai notato all' incrocio di qualche strada nei pressi del tuo hotel.

Bonne nuit...

 

Se questo articolo ti è piaciuto...







Commenti  

CARLA RINETTI
# CARLA RINETTI 2017-07-06 08:19
Ho sbagliato con le stelle!!(pensavo di cliccare una alla volta!!) Per me siete da..10 stelle! Ben scritto,interessante,utile,completo..pure gli itinerari in mappa! Non so se esistono pagine simili su Parigi,ma voi siete proprio al top! Grazie,vi consulterò spesso nei miei 4 giorni a Parigi.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione

Aggiungi commento

Scrivi le lettere che vedi qua sotto:
Codice di sicurezza Aggiorna

se ti piace...metti mi piace...



infoParigi vedere... Parigi in 4 giorni...||itinerario dettagliato...

Questo sito fa uso dei cookies, anche di terze parti. Navigando accetti la policy.