infoParigi mangiare...

dove e cosa mangiare o bere a Parigi...

plat du jourA Parigi e nel resto della Francia (e non solo) la composizione dei pasti non è la stessa che abbiamo in Italia, con antipasto, primo, secondo e contorno, ma è composto da l' entrèe un po' come il nostro antipasto, e il plat principal, il piatto principale, che magari comprende la pasta nello stesso piatto insieme alla carne, e anche al contorno tipo lattuga, patate fritte, nonchè qualche salsa.
Infine il dessert, mentre a fine pasto si possono mangiare formaggi o uno jougurt.

Nei ristoranti potrai sceglieredi mangiare à la carte, scegliendo liberamente dalla lista delle entrèe, plat, dessert, oppure potrai scegliere un menu a prezzo fisso. 
Optare per "il menu" è spesso è un' ottima soluzione e non è "malvista" come da noi. Ad un prezzo finale già stabilito puoi scegliere tra le diverse combinazioni: entrèe e plat con bibita, plat con bibita, etc...
Se previsto puoi scegliere il piatto del giorno (plat du jour), che solitamente si rivela un' ottima scelta.


- cosa mangiare a Parigi di "tipico francese"...
- dove mangiare o fare uno spuntino a Parigi...
- dolci, pasticcerie...
- cosa bere a Parigi...
- Pizzerie valide a parigi?
- ristoranti "italiani" a Parigi?
- qualche suggerimento...
- catene di ristoranti, o ristoranti a tema...

 

 

cosa mangiare...


croque monsieur croque madamecroque monsieur. Tipico francese, è come un toast ma composto da fette di pan carrè di spessore più alto, con prosciutto cotto (jambon) e formaggio. Su una delle fette viene messo del formaggio groviera tagliato alla julienne, e il tutto viene cotto sulla griglia o piastra e servito caldo. Oppure precotto e poi riscaldato.

Dalla sua nascita, pare i primi del '900, sono nate diverse varianti: in alcune viene usato pane raffermo intinto nell' uovo sbattuto, oppure con salsiccia, o salmone al posto del prosciutto.
Il croque madame è imbevuto nell' uovo e con sopra una delle fette un uovo fritto.
Il croque tartiflette prevede fette di patate e formaggio Reblochon.

Il potere calorico di ognuno può costituire un pasto completo.
Info: wikipedia, prontointavola, parisculinaire

 

fondue (savoyarde) o fondue bourguignonne. E' un piatto originariamente svizzero, ma diffuso in Francia, in Savoia, e anche nell' Italia del nord, molto popolare, da gustare in compagnia normalmente nelle giornate invernali.
Si tratta di formaggio a pasta dura, fuso all' interno di una casseruola (coquelon) in terracotta, ghisa, porcellana, con un piccolo fornelletto ad alcool che la mantiene calda anche a tavola, dove viene posta al centro e a disposizione di tutti i commensali che, utilizzando un' apposita forchettina, ci immergono via via un pezzo di pane anche leggermente raffermo o una patata, ruotandolo con un movimento a 8 per il tempo desiderato.
La variante fondue bourguignonne invece prevede dei pezzi di carne di manzo o vitello, pollo, maiale, che vengono cotti all' interno del coquelon dove si trova olio bollente. Ognuno lascia cuocere la carne per il tempo preferito, poi la immerge in una delle salsine che ha a disposizione nel proprio piatto.
Infine, una variante prevede il cioccolato fuso...

info: wiki/Fonduta, wiki/F_bourguignonne. indirizzi dove gustarla a Parigi: qui, qui

 

tartiflettetartiflette. E' un piatto regionale tipico dell' Alta Savoia a base di Reblochon, un formaggio locale. Si mangia anche in Val d' Aosta, ed essendo una bomba calorica, costituisce un piatto unico, prevalentemente invernale.
E' uno sformato a base di patate tagliate a fette, con pancetta o lardo, e con il formaggio di latte vaccino crudo Reblochon.
info: wikipedia

 

racletteracletteracletteraclette. Di per se si tratta di un formaggio svizzero DOP a pasta semidura, salato, di latte vaccino.
Per "raclette" però si intende la procedura che sfrutta la capacità del formaggio di fondersi facilmente, se sottoposto a calore, e che viene quindi fatto colare sul piatto, ma anche sul pane, su patate al forno, o su una baguette con già dell' affettato, speck, etc...
La forma rotonda viene tagliata a metà, collocata inclinata su un supporto, mentre una resistenza elettrica viene avvicinata al formaggio che inizia a fondere, e che viene raschiato con un coltello. Racler, infatti, in francese significa raschiare.
info: formaggisvizzeri.it, wikipedia

 

flammekueche flams parisflammekueche o tarte flambée. E' un piatto regionale dell' Alsazia. Potrei definirla una pizza con la base della piadina.
Si tratta infatti di una base di pasta di pane molto sottile, di forma rettangolare. Viene condita con vari ingredienti come formaggi di vari tipi, cipolla, lardo, salsiccia, funghi, ma anche carne, salmone affumicato... Accompagnata da una insalatina.
La tradizione vuole che venga servita su un tagliere di legno, e messa al centro della tavola e condivisa.
Può essere proposta in qualche ristorante, oppure presso la piccola catena Flam's, che possiede una decina di locali in Francia e cinque a Parigi, che offrono anche la formula à volontè, da sftuttare visto che di per se il piatto è abbastanza leggero.

 

foie grasfoie gras: fegato d' oca o d' anatra, prodotto in maniera discutibile, ma delizioso sull' ottimo pane francese, accompagnato da un vino Bordeaux o Gewurztraminer.
Il foie gras d' oie (oca) ha un sapore più delicato ed è quindi più caro rispetto al foie gras de canard (anatra).

Viene venduto in diverse forme, dal migliore "foie gras entier" con al massimo due fagato (200gr circa 45€ oie, 35€ canard) al "bloc" con più di due fegato (200gr circa 30€ oie, 20€ canard) anche "avec morceaux", ovvero piccoli pezzetti di fegato lasciati interi, o infine come "patè" (200gr sotto i 20€).

La zona della Francia IGT/IGP è il sud-ovest della Francia, nella regione Perigord. Cerca questa sigla sulla confezione.

Nei ristoranti viene servito come entrèe.
Si gusta appoggiato, e non spalmato, su crostini, o sulle apposite tartine rotonde di pane schiacciato, sul pan briochè leggermente dolciastro, mentre alcuni lo preferiscono anche spalmato su fette di pane riscaldato e baguette.

Puoi acquistarlo ovunque a Parigi, dai negozietti ai supermercati o grandi magazzini. Ecco quelli con recensioni migliori.
Se hai fretta puoi acquistarlo con fiducia da Lafayette, o anche in aeroporto. Oppure online. Evità però le confezioni regalo che trovi nei negozi di souvenir, che magari contengono robaccia importata dalla Cina.
Approfondimenti e fonti: radicchioparigi, tecnichef.it, foiegras-perigord, wikipedia

 

formaggi: oltre 300 tipi, classificati in base alla consistenza, e i migliori sono IGT/DOP. Se ti capita entra in un supermercato e goditi la varietà di merce esposta nel relativo reparto.

 

choucroutes: piatto alsaziano con crauti, patate e carne di tutti i tipi.
lumache: i francesi i maggiori consumatori al mondo.
rane: un tempo altrettanto amate, poi quelle francesi diventate protette.
coquilles di saint jaquest: fasolari dalla pasta bianchissima.

 

 

 

nutella infoparigidolci...


croissantcroissant, già lo conoscerai.  Da consumare seduto in un cafè, o acqustare in uno dei tanti forni o supermercati. Ogni anno vengono decretati i migliori.
Esistono tante leggende circa la sua invenzione, che si sa non essere francese, bansì dei panettieri austriaci (non a caso vengono chiamati genericamente viennoiserie) che per festeggiare il fallito attacco dell' esercito turco inventarono quel dolce proprio ispirandosi alla mezzaluna presente sulla loro bandiera, come per esorcizzare il nemico mangiandoselo. I panettieri francesi, poi, in onore della nuova regina Maria Antonietta (austriaca) lo resero celebre in tutta la Francia, chiamandolo croissant (crescente) per via della forma a mezzaluna. La stessa regina alla quale si attribuisce la frase sprezzante rivolta ai francesi affamati..."che mangino brioche!", ma che poi le fece fare una brutta fine...
Oggi la forma è un po' cambiata, è più dritta, forse perchè così, nello stesso forno, ce ne stanno un numero maggiore! Approfondimenti

pain chocolatpan au chocolat. E' un dolce arrotolato a base di pasta a sfoglia come il croissant, ma a forma quadrata, con all' interno del cioccolato fondente. Noi lo chiamiamo saccottino. Ottimo e ben sostanzioso ancora caldo, con il ripieno fuso.


crepecrèpe. Anche in questo caso si trata di un preparato molto noto in Francia, ma non di origine francese, bensì da parte dei cuochi vaticani per sfamare facilmente i pellegrini che giungevano a Roma. Sono semplici da realizzare, dolci o salate, farcite in mille modi, da gustare in un chiosco per strada o in un ristorante raffinato.
Tra quelle dolci una delle migliori è farcita con la Nutella.
Croissant e Pain au chocolat sono viennoiserie, ovvero dolci da forno. Poi ci sono i dolci da patisserie, da pasticceria, come le torte, mignon o altri dolcetti più ricercati.

macaronsmacaron, il famoso dolcetto rotondo condue meringhe unite da una crema, dai diversi sapori. Venduto in molti negozi, o anche da Ladurèe, Pierre Hermè...


galette des roisgalette des rois: la torta dei Re: viene preparata il giorno dell' epifania (che in Francia non è festivo), in onore dei Re Magi. Dentro viene nascosta una sorpresa in ceramica, chi la trova viene incoronato con la corona di carta dorata che la accompagna, e considerato il Re della giornata.

 

qualche indirizzo...

Angelina, sala da tè, sotto i portici di rue Rivoli, al 226 vicino all' incrocio per place Vendome. famosissima e ottima la cioccolata calda.
Berthillon, sulla Ile st Luis, il miglior gelato di Parigi. berthillon.fr

 

 

cosa bere a Parigi...


Nei ristoranti parigini può capitare di trovare nella carta o in qualche menu, come aperitivo (aperitif) il Kir:
kirsi tratta di un aperitivo alcolico per la cena (pre diner), composto da:
9/10 di vino bianco secco
1/10 di crema di ribes nero
(crème de cassis)
servito in bicchiere da 12 cl
Esistono anche le varianti: kir royale, con champagne. kir imperial, con lampone in sostituzione del ribes.
E' il tipico aperitivo "francese". wikipedia, theitaliantaste.com

 

 

pizza-margheritapizzerie a Parigi...(selezionate)


Se come me non riesci a restare più di qualche girono senza mangiare una pizza, ecco alcuni indirizzi, suggeriti nelle pagine Facebook degli italians trasferiti a Parigi:

rive droite
O Scià, nel 2°, zona Montorgueil, la migliore a detta di tanti. pizzeriaoscia.fr, tripadvisor.it, italieaparis.net
Pizza Cesar, zona Etoile/Champs Elysees, al momento è 1° su tripadvisor.it
Pizza Sant'Antonio, Rue de la Verrerie, dietro Hotel de Ville
Pizzeria Drogheria, in rue Quincainpaix, accanto al pompidou
La Massara, rue de Turbigo, (M) Temple
Pizzeria Pompei, dietro la Madeleine
Pomodoro, zona Montmartre Abbesses, anche da asporto
Da Carmine, rue des Martyrs nel 9°, zona Opéra, un po' cara, 4 stagioni 17 euro! tripadvisor.it
Casa Luca, 8°, vicino Arc de Triomphe
Pizza Rossi, in rue Blondel, nel 2°, zona Strasbourg st Denis, tripadvisor.it
Picola italia, zona gare de l' Est, tripadvisor.it
La trattoria a Levallois-Perret, tripadvisor.it

rive gauche
Terrazza Saint Germain, zona Odeon
Terra nova, zona Panteon, rue des fossées st jacques
Pizza Alberto, blvd Montparnasse
Il forno di Napoli, zona Montparnasse
Monte Cassino, place d' Italie
Chez Lillo, zona Père Lachaise

 

cappuccinocaffè e cappuccino italiano a Parigi...


I croissant sono buonissimi, i cafè dove passare il tempo sono ovunque, ma visto che il caffè francese non è un granchè, e ti prego di evitare starbaccs (neppure per il wifi gratis), ti indico qualche indirizzo selezionato dove gustare un ottimo cappuccino o caffè italiano. Anche se non avrà gli stessi prezzi del tuo bar sotto casa.

Espressamente Illy, ce ne sono diversi, uno in zona Opera (7, Avenue de l'Opéra, 1° arr.), uno a Auber (13, rue Auber, 9°), uno a Odeon (15, rue de l'ancienne Comedie, 6°), uno al Bery Village StEmilion (12°). Buoni anche i dolci italiani, cannoli, torta della nonna. Carine le tazzine appese al soffitto, e alcune toilette di design.

Marcovaldo, libreria-cafè, sotto Republique, nel 3°, 61, rue charlot. marcovaldo.fr
Segafredo, anche di questa catena ce ne sono tanti, ma è preferito quello a Opèra, 38, blvd des italiens (eh già).

 

 

suggerimenti...


eau en carafealt Se i menu possono essere mediamente più economici che in Italia, attenzione alle bevande, la birra, e l' acqua in bottiglia.
L' acqua (Sanpellegrino, Perrier) ha dei prezzi assurdi, qausi come quello di una portata. A volte una bottiglia di acqua costa pochi euro meno di una bottiglia di vino.
Come suggerivo nel decalogo, richiedi una carafe d' eau, ovvero una caraffa di acqua del rubinetto: ottima, filtrata e gratuita. Lo fanno tutti !!!

alt All' esterno di tutti i locali troverai ben esposta la carta con i prezzi delle pietanze, delle bevute, o gli eventuali piatti del giorno (plat du jour) così da renderti conto della spesa media che ti attende. Sbircia pure prima di scegliere. Raramente mentre lo fai verrete invitati ad entrare da un cameriere con il sorriso finto...questo succede solo nei locali della zona Huchette/Cluny del quartiere latino.

alt I camerieri sono soliamente scortesi, antipatici, e non ti impermalosire se ti sbuffano davanti o fanno spallucce alla prima richiesta particolare o se solleciti in caso di ritardo nella consegna delle portate.
Non sorridono, non ringraziano, ti accompagnano al tavolo con l' aria di chi ti sta facendo un piacere, non salutano per primi quando esci.
Nei cafè, visto anche che i tavolini sono molto piccoli, quando arrivano con le bevute le posano velocemente senza curarsi di quanto hai appoggiato sopra, come telefoni, guide della città, e senza chiedere chi ha ordinato cosa...mettono tutto sopra e ognuno prende il suo. Sono fatti così.
camerieri parigiNonostante questo, loro stessi ci tengono a sottolineare eventuale mancanza d' educazione dei clienti.
Non chiamarli "garcon!" come vedi nei film, ma monsieur o madame.
Giustamente (sei in Francia) non sono tenuti a comprendere l' inglese, o l' italiano, quindi già gli stai ulteriormente antipatico se gli parli con una lingua che non è la loro. Tenta di parlare un po' il francese e si addolciranno.
Il servizio è sempre incluso, quindi la mancia (pourboire) è a tua discrezione. Il conto (addition) si chiede direttamente dal tavolo e si paga al cameriere, anche con la carta di credito.

alt I cafè e le brasserie usano mettere i tavolini anche all' esterno, sui marciapiedi. Li chiamano "en terrasse", indipendentemente dallo spazio che rimane a disposizione per chi si siede e per i passanti. Non stupirti quindi se consumerai il tuo pasto con la gente che ti passa a pochi centimetri.
Si dice anche che nei locali più fighi il cameriere assegna i posti en terrasse, i più in vista, solo ai clienti che ad una prima rapida occhiata gli appaiono belli da vedere. Quindi per i beaux i posti più in vista, e per i pas beaux i posti più nascosti.

alt Se hai già scelto un locale, cerca su google il sito ufficiale, la pagina facebook o l' App per smartphone se si tratta di una catena. Puoi trovare dei coupon sconto, avere priorità in caso di attesa, etc...

lasagnaalt Rinuncia a pasta e lasagne finchè non rientri in Italia. Neppure per curiosità. Neppure nei "ristoranti italiani".
Qua un elenco dei migliori ristoranti italiani a Parigi (se non puoi farne a meno...)




 

 

qualche indirizzo...dove mangiare a Parigi...


- cafè, tantissimi e ovunque, spesso agli angoli delle strade (Paul, Pret à manger, Brioche Dorèe...)
- brasserie per un piatto, un' insalata accompagnata da un vin au verre
- ristoranti a tema (Lèon per le cozze, Hippopotamus per la carne,...)
- cafè e ristoranti panoramici con vista su Parigi, con vista sulla torre Eiffel
- ristoranti, cafè italiani, pizzerie
- ristoranti curiosi e insoliti

 

ristoranti a tema, catene di ristoranti


Flam's è una piccola catena dove puoi mangiare la Flammekueche, una specialità alsaziana detta anche tarte flambèe. Semplificando un po' direi come condimenti assomiglia ad una pizza, ma l' impasto è molto più sottile. Hanno menù intorno ai 15€. Decisamente da provare. A Parigi ce ne sono 5.  flams.fr
Lèon de Bruxelles
. catena belga specializzata in cozze, le mules, con una decina di ristoranti anche a Parigi. leon-de-bruxelles.fr
Flunch. Catena francese di self-service economici, con due ristoranti a Parigi, uno dei quali si trova davanti al centre Pompidou. Menu sui 10€, menù bimbi 4€. flunch.fr
Hippopotamus. Catena francese di ristoranti di qualità specializzati in ciccia. A parigi ce ne sono 6, nelle zone più centrali e commerciali. Ha diversi menu dai 12€ a quasi 30€. Sono veri e propri ristoranti, quindi anche i tempi sono più diluiti...a tratti lenti... hippopotamus.fr

 

i migliori ristoranti a Parigi
i migliori ristoranti con cucina francese a Parigi
ristoranti raffinati a Parigi
i migliori ristoranti economici a Parigi
i migliori ristoranti italiani a Parigi (se non puoi farne a meno...)

 

locali famosi


Brasserie Flo, amata da artisti e intellettuali, per choucroutes e fois grois
les deux magots
la brasserie lipp
au pied de cochon
cafe de flore
le train bleu dentro la gare de lyon, epoca art decò, amato da coco chanel, dalì, film Nikita di luc besson
le georges, il ristorante al 5° piano del Pompidou. La bella vista si paga.

 

 









Aggiungi commento


se ti piace...metti mi piace...



Questo sito fa uso dei cookies, anche di terze parti. Navigando accetti la policy.